Imparare il linguaggio dei gatti

febbraio 1, 2017

Chi ha la fortuna di vivere con un gatto sa bene che i felini riescono a farsi comprendere dai loro padroni facilmente, grazie al loro modo di miagolare, oppure ad alcuni atteggiamenti corporei tipici dei gatti.
Sapere comprendere questo linguaggio non verbale può rafforzare ancora di più il legame che si ha con il proprio micio!
I gatti solitamente non comunicano con i miagolii, ma con segnali non sonori, come gli odori, il contatto, lo sguardo.

 

In questo articolo riportiamo le caratteristiche più comuni del linguaggio dei gatti.
Sicuramente alcune già le conoscerete, altre magari vi incuriosiranno e vi faranno desiderare di conoscere in modo più approfondito i misteri che si celano dietro i comportamenti un po’ pazzerelli dei vostri amici felini!!

 

Se quando tornate a casa il vostro micio sfrega il muso sulle vostre gambe, sappiate che lo fa per mostrare la sua amicizia e fiducia. In questo modo sta “marcando” il suo territorio (e voi!), infatti sul muso del gatto sono presenti delle ghiandole che rilasciano un ferormone specifico.
Insomma, vuole così dimostrare che siete di sua proprietà!

 

Ed ecco un’altra caratteristica unica dei felini: le fusa!
I gatti emettono le fusa contraendo i muscoli della gola e del diaframma, emettendo un suono gutturale vibrante.
Questo suono così unico (e rilassante) indica che il micio sta provando soddisfazione, affetto (per questo lo fanno quando sono in vena di coccole).
Mamma gatta emette le fusa con i piccoli per tranquillizzarli, sono quindi un segno di affetto e protezione.
Se però le fusa ci sembrano affievolite, può darsi che il gatto sia stanco e le faccia per conciliare il sonno, oppure potrebbe essere un segnale di malessere. Le fusa sono importanti, imparare ad ascoltarle è utile!

 

Gatto che fa le fusa

 

I gatti più giocherelloni inarcano la schiena durante il gioco e si muovono lateralmente, lo fanno soprattutto i mici più piccoli.
A volte può anche indicare un momento di grande sorpresa, mista ad un po’ di paura! Invece se un gatto vi morde, vuol dire che lo state infastidendo, magari avete toccato un punto della sua pelliccia più sensibile, ad esempio i fianchi o la pancia.

Se lo fa mentre lo coccolate, vuole comunicarvi di fermarvi, che è sazio di coccole!

 

Quando un gatto “impasta” ritmicamente con le zampe, sta ripetendo un comportamento tipico dei gattini, che serve ad aiutarli durante le poppate stimolando la mammella di mamma gatta.
I gatti possono “impastare” sul divano, su un piumone e su altri oggetti “morbidi”, se lo fanno è segno di soddisfazione e allegria!
Se il vostro gatto lo fa con voi, ritenetevi fortunati! Vi sta dimostrando affetto e fiducia!

 

Per finire, il gatto comunica anche e soprattutto con la coda!
Su questa caratteristica ci vuole un articolo dedicato, perché ci sono molte varianti utilizzate dai mici per comunicare con la loro bella e folta appendice!
Ne parleremo nel prossimo articolo, continuate a seguirci!

 

This entry was posted in homepage. Bookmark the permalink.
Facebook Comment